Montane Primino Long Sleeves Blu , Magliette Montane , montagna 140 oqglfc4931-T-shirt

dig

Senza un’Europa unita il vero rischio è l’irrilevanza dei paesi nazionali: in un mondo globalizzato, per noi, non esiste alternativa! Nib Kiton Napoli Blu Navy Plaid Cotone Slim Camicia 17.5 USA 44 Eu
Sinteticamente è questo il messaggio che il prof. Romano Prodi ha lanciato ieri sera alla folta assemblea che lo ascoltava.
All’evento organizzato dal Progetto Culturale della Diocesi di Rimini hanno risposto in tanti. Nicce London Uomo Felpa con cappuccio Circuit Zip, NeroLa sala del Centro Tarkovskij era gremita di persone di tutte le età. Per fortuna anche molti giovani.

Quella di Romano Prodi è stata soprattutto una testimonianza.
In un dialogo serrato con Giorgio Tonelli, ci ha raccontato dei tempi in cui è stato presidente delle Commissione Europea e dei tanti incontri che si sono tenuti a livello internazionale per costruire quell’Unione Europea che rappresentava il sogno di coloro che uscivano dalle macerie della seconda Guerra Mondiale. Nigel Cabourn x MERZ POLO 52Certo non tutto è andato secondo i progetti. Molto di più si poteva fare.

Dalla sua lunga esperienza Romano Prodi non si è limitato a raccontare dei tempi passanti, ma ha voluto condividere un sogno sull’Unione Europea che sarà (o che dovrebbe essere).NIKE - PANTALONI TECNICI MOD. EDGE PANT - SLIM FIT - TG. W30 - PN0353002
Un’Unione Europea che sia capace di un reale governo unitario, con un presidente di Commissione eletto dai cittadini d’Europa, investito di un’autorità in grado portare avanti le decisioni a maggioranza assunte in sede di Consiglio Europeo. L’unanimità del consenso richiesto oggi, fa prevalere gli interessi nazionali su quelli comuni. Così non si gestisce neppure un condominio; figuriamoci una unione di stati.Nike 2018 19 Manchester City FC Inno Uomo Calcio Drifit GIACCA Taglia M
Un’Unione Europea che concluda il processo di ammissione di tutti i paesi dell’Europa ,per consolidare e dare unità geografica all’Unione: non ha senso che alcuni paesi del Balcani siano ancora esclusi; non sono loro le realtà che possono aggravare le problematiche dell’Europa.
Un’Unione Europea che ci proponga un progetto di welfare condiviso su scuola, salute e diritto alla casa. L’Europa è portatrice nel mondo di una tradizione culturale di protezione della persona e dei suoi diritti; non c’è nessuna altra realtà al mondo che è erede di questa cultura.Nike 861520-072, Maglie A Manica Corta Uomo, Light Bone Nero, S (l3a) Occorre però una politica che traduca in pratica questi principi e li renda fruibili per tutti i cittadini dell’Unione. 
Un’Unione Europea che proponga una politica estera unitaria e che si superi la logica di interesse dei singoli stati nazionali nelle varie aree geografiche (vedi situazione della Libia). Tale politica estera deve essere sostenuta anche da un sistema di difesa unico, che intervenga per sostenere tale politica;Nike 896896, Giacca Uomo, Htr Nero Bianco, S (g5o) non ci interessa fare dell’Europa una potenza militare, ma è necessario avere una forza che intervenga a nome dell’Europa unita lì dove è necessario difendere i diritti delle persone.

Le sfide non mancano oggi e non mancheranno nel futuro: dalla questione climatica agli scenari di conflitto in varie regioni del mondo (Nord Africa, Medio Oriente, Asia, America Latina), senza parlare del confronto con i grandi colossi economici rappresentati da USA, Cina, Russia. Solamente con una Unione Europea che pensi e agisca unitariamente si può pensare di avere voce in capitolo su queste grandi questioni. 
L’alternativa è solamente l’irrilevanza.Nike Abbigliamento Sportivo Heritage Uomo 2XL da Corsa Rosso Bianco

Montane Primino Long Sleeves Blu , Magliette Montane , montagna 140 oqglfc4931-T-shirt

roma 08052019

Siamo appena tornati da un pellegrinaggio a Roma. Clima molto bello sia nel meteo che nel gruppo che si è formato semplicemente sull’adesione ad una proposta.Nike Abbigliamento Sportivo Tech Confezione Uomo Maglia Pantaloni Nero XL Volt
Ho provato a pensare quale sia stata la nota dominante di questo viaggio ed ho pensato che è stata caratterizzata dall’incontro con tre papi, ognuno dei quali ci ha lasciato una parola importante per continuare il nostro cammino.

Papa Callisto. La prima tappa del nostro itinerario ha visto la visita delle catacombe di san Callisto, che fu vescovo di Roma per cinque anni a partire dal 218.
Di lui sappiamo veramente poco e, molte notizie ci sono state riportate da Ippolito di Roma, che gli si contrappose durissimamente considerandolo poco fedele alla tradizione e troppo misericordioso nella riammissione alla fede di coloro che, per debolezza, di fronte alla minaccia di morte, avevano bruciato incenso agli dèi pagani (i lapsi). Nike Academy 16 Woven 2, Tuta da Ginnastica da Uomo, Rosso (rosso nero), (d2w)Ovviamente Ippolito ci dice ogni male di Callisto, ma la Chiesa lo considera un santo. 
Questa è la sintesi riportata nel Messale romano: San Callisto I, papa, martire: da diacono, dopo un lungo esilio in Sardegna, si prese cura del cimitero sulla via Appia noto sotto il suo nome (le catacombe), dove raccolse le vestigia dei martiri a futura venerazione dei posteri; eletto poi papa promosse la retta dottrina e riconciliò con benevolenza i lapsi, coronando infine il suo operoso episcopato con un luminoso martirio.
Di papa Callisto possiamo sicuramente ricordare questa cura per la testimonianza di coloro che hanno dato la vita per la fede e la sua capacità di essere un uomo di riconciliazione per coloro che si erano allontanati dalla fede.

Papa Clemente XIV. E’ il nostro illustre concittadino. Abbiamo visitato la sua tomba presso la basilica dei Santi XII Apostoli. L’incontro con fra Agnello, parroco della basilica, ci ha permesso di conoscere meglio la figura di Lorenzo Ganganelli (Clemente XIV) che fu frate minore conventuale e a lungo visse in quello stesso convento ove ora riposa il suo corpo. 

clemente XVI
Il monumento funebre, scolpito dal giovanissimo Canova, è un’opera d’arte di rara bellezza con un messaggio molto bello sulla figura di papa Clemente XVI, anche lui vescovo di Roma per cinque anni (1769-1774).
Del pontificato di Clemente XIV, molta storiografia mette in evidenza solo la decisione della soppressione dei Gesuiti, dimenticando la grande cultura di questo Papa, che ha avuto il merito di aver raccolto buona parte del patrimonio scultoreo ora conservato nei Musei Vaticani (Museo Pio – Clementino), e il suo desiderio di vivere al di fuori degli intrighi e delle questioni che affliggevano la politica del tempo. Su di lui molte calunnie sono state diffuse e il fatto che sia morto nel convento dei suoi frati, piuttosto che in Vaticano, e che lì il suo corpo venga custodito, ci dice molto delle difficoltà che ha dovuto affrontare.Nike ACG originale Camicia lunga maniche corte da uomo VINTAGE taglia Large
Nel monumento funebre Canova pone ai piedi della statua del pontefice in trono le allegorie della temperanza e della mansuetudine, due virtù che ben si addicevano a questo uomo di grande cultura. I suoi contemporanei così lo hanno voluto tramandare ai posteri, come un uomo temperante e mansueto.

Papa Francesco.Nike Air Force 1 Zipped Hoodie - Medium M - E’ il Papa che ci ha accolto in Vaticano e ci ha raccontato del suo ultimo viaggio apostolico vissuto in Bulgaria e Macedonia del Nord. Siamo stati fortunati ad avere l’opportunità di accogliere questa condivisione del Papa. Lui, il custode dell’unità della Chiesa, ci consente di allargare il cuore per conoscere cosa accade nelle periferie del mondo e della Chiesa, nelle piccole comunità cristiane che non sono sotto i riflettori mediatici, ma che, evidentemente, sono al centro del suo interesse.
Papa Francesco ci ha raccontato dell’incontro che ha vissuto a Skopje con le suore di Madre Teresa di Calcutta e ci ha testimoniato la sua commozione nel vedere come queste donne fanno la carità con tenerezza e mai con acidità. Questa è la parola che ha ripetuto più volte: la carità fatta con tenerezza.

whatsapp-image-2019-05-08-at-09.33.19.jpeg

Tre papi e tre parole da custodire per vivere il Vangelo:
Callisto, la riconciliazione e la misericordia verso i peccatori;
Clemente XIV, la temperanza e la mansuetudine;
Francesco, la carità vissuta con tenerezza.

Il pellegrinaggio, così, può continuare!