25
gen

Seychelles… Curiosità! L’isola di Curieuse

Un tuffo dal catamarano e via a “rincorrere” le tartarughe giganti in libertà

Delle tante cose emozionanti che facciamo alle Seychelles ce n’è una che non avviene sul mare, bensì sulla terraferma. Basta infatti navigare per poche centinaia di metri dalle coste di Praslin ed il nostro catamarano raggiunge l’isola di Curieuse.
Dal 1833 alla metà del XX secolo Curieuse fu sede di una stazione di quarantena per lebbrosi. Oggi solo alcuni ruderi e la vecchia casa del dottore, un piccolo edificio coloniale francese del 1870 adibito a museo e centro visitatori, sono testimoni di questa epoca.
Dalla Baie Laraie un sentiero di 1.5 km, parzialmente su passerella in legno, conduce verso Anse St. José. Lungo il percorso c’è molto da vedere: mangrovie, lumache di mare, scinchi, gechi e tanti uccelli variopinti. Ma la vera attrazione sono le tartarughe giganti che scorrazzano in totale libertà sull’isola che costituisce un habitat ideale per la loro riproduzione, tanto da poter “esportare” le nuove nate in altre aree dove questo animale antico e longevo è invece in via di estinzione. Avremo la rara occasione di accarezzare questi esemplari vecchi anche 2 secoli e osservarli nella loro lenta e pacifica vita quotidiana, e di attraversare l’isola a piedi per rinfrescarci alla fine con un bagno ristoratore prima di rientrare in barca e goderci il tramonto.